Non fatevi ingannare dal nome: questo stabilimento balneare non è ultimo in termini di servizi e non lo è senz’altro se si pensa alla bellezza del posto, quasi addormentato al confine della riserva naturale del WWF “Le Cesine”. Risorsa preminente è il mare che qui declina tutte le sfumature d’azzurro fino all’indaco in fondo all’orizzonte, ricca di carattere anche la sabbia striata di venature corvine: sedimenti di origine vulcanica che un gioco di correnti ha portato dal fiume Ofanto fino alle coste salentine. Sullo sfondo una sequenza di dune dorate ricche di vegetazione tipica della macchia mediterranea che non si fa mancare i profumati gigli bianchi. Pochi ombrelloni piacevolmente distanziati proteggono dal sole generoso del nostro Sud pronto a coccolarci ed a levigare un’invidiabile abbronzatura nelle pigre ed attese giornate di vacanza al mare, rese perfette anche da un impeccabile servizio all’ombrellone di bar o ristorante in alternativa ad un caffè in ghiaccio o ad un aperitivo da gustare sul terrazzo. Allo stesso modo si può contare su un’accoglienza cordiale e spontanea dei titolari e dei loro collaboratori che consente a quanti frequentano il lido di sentirsi ospiti graditi come pure è tangibile la loro attenzione mirata ad ottenere la più lieta e rilassante atmosfera vacanziera senza trascurare feste, compleanni, musica quando di sera, sotto le stelle, si avvalgono di uno spazio inconsueto per essere vissute al meglio.